PERFECTLY IMPERFECT: io e la mia Fibromialgia

Sono perfettamente imperfetta! me ne sono resa conto però solo dopo che il mio fisico ha detto; basta!

Correre dalla mattina alla sera figli, scuola, lavoro, marito, tutto perfetto, se mancavo qualcosa, era la fine del mondo. Io soffrivo di perfezionismo.

Così è cominciata la mia storia con la Fibromialgia. Una storia, la chiamo così, perché è come una di quelle relazioni soffocanti. E’ una malattia, con cui convivere è stato difficile e doloroso. La cosa più brutta; sentirsi un malato immaginario. La FIBROMIALGIA  è invisibile, gli altri non capiscono, non sanno. Difficile da diagnosticare spesso data per incurabile, la FIBROMIALGIA confonde poiché è una miscellanea di sintomi presenti anche in altre patologie. Principalmente si manifesta con persistente dolore muscoloscheletrico diffuso e di affaticamento (astenia) fino a toglierti la voglia di vivere. Io mi reputo guarita. Con tanta determinazione e il supporto della mia famiglia ce l’ho fatta. Fondamentale è stata la meditazione, un’alimentazione adeguata, il mio fisioterapista Angelo (è proprio un angelo) che mi ha seguito dandomi tanta forza senza mollare. Un’esperienza  di vita che mi ha fatto capire quanto sono perfettamente imperfetta e quanto amare se stessi sia importante per noi e ancora di più per poter dare amore agli altri. Vi parlerò con amore e rispetto di FIBROMIALGIA e di come (con molta forza di volontà) si può guarire.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0